Primi d’Italia 2010: una manifestazione che, oltre il palato, soddisfa anche l’ambiente. Un modello di evento, costruito negli anni, a cui ispirarsi per kermesse future, enogastronomiche e non, che si vorranno distinguere per la “Qualità” del messaggio culturale, per l’attenzione alla salvaguardia dell’ambiente e per raggiungere almenoil 50% di raccolta differenziata sul totale dei rifiuti prodotti.
Le stoviglie monouso biodegradabili e compostabili, che migliaia di visitatori utilizzeranno per degustare le varietà del piatto più amato dagli italiani, saranno fornite da Novamont ed Ecozema. Ed anche per l’asporto delle merci saranno fornite delle eco-shoppers in Mater-Bi. Tali prodotti potranno essere smaltiti assieme al rifiuto organico, che raccolto da VUS, potrà essere poi trasformato in compost.
Novamont, azienda italiana leader nel settore delle bioplastiche, parteciperà all’evento, promuovendo l’importanza ed i vantaggi derivanti da un corretto e consapevole comportamento da parte dei consumatori attraverso l’utilizzo dei prodotti in Mater-Bi®, la bioplastica sviluppata da Novamont contenente risorse rinnovabili di origine agricola.
All’interno dell’edizione 2010 de “I primi d’Italia”, che si svolgerà a Foligno dal 23 al 26 settembre, Novamont organizza una serie di iniziative volte a promuovere la sostenibilità ambientale (seminari, spettacoli, incontri formativi e stand).
In particolare, giovedì 23 settembre, alle ore 18, a Foligno, presso Palazzo Candiotti, si terrà il workshop “Crisi economica e sostenibilità ambientale: dagli eco-festival all’eco-shopping modelli virtuosi per uno sviluppo nuovo”, un’occasione per affrontare l’attualissima problematica degli shopper in plastica. Al workshop interverranno, oltre ai rappresentanti delle istituzioni locali e di Novamont, Nando Mismetti, Sindaco del Comune di Foligno, il Prof. Walter Ganapini – Membro Onorario Comitato Scientifico Agenzia Europea dell’Ambiente, il Senatore Francesco Ferrante – XIII Commissione Ambiente, Territorio, Beni ambientali, e il dott. Silvano Rometti – Assessore all’Ambiente della Regione Umbria.
Un occasione in più per discutere dei danni ambientali che si riscontrano in ogni area geografica del mondo a seguito dell’abbandono della plastica, cosi’ come descritto nel recente rapporto dell’UNEP (Agenzia per la protezione dell’Ambiente delle Nazioni Unite), e per sollecitare provvedimenti per il divieto dell’utilizzo di tali prodotti cosi come auspicato dallo stesso Segretario Generale dell’Unep, Achim Steiner. Provvedimento già previsto in Italia con la Legge Finanziaria 2007 (art. 1 commi 1130, 1131, 1132) che prevede il divieto, a partire dal 1 gennaio 2011, della commercializzazione di sacchi non biodegradabili per l’asporto delle merci, che non rispondano ai criteri fissati dalla normativa comunitaria e dalle norme tecniche approvate a livello comunitario (direttive EN 13432 e EN 14995).
Durante la manifestazione, gli eco-appuntamenti continueranno con un educationl per consumatrori (Eco-shopping a tavola – Palazzo Candiotti); uno spettacolo per bambini “I menestrelli dell’Immondizia”, promosso dall’Assessorato alla Promozione Ambientale del Comune di Foligno (domenica 26/09, ore 15, Largo Carducci) ed infine uno spazio espositivo-informativo in Piazza della Repubblica, in collaborazione con EcoZema.
Annunci